Penna Rossini

La penna Rossini, al top della gamma, è la più elegante e raffinata penna di tutta la collezione. Il meccanismo di apertura è con tappo avvitabile, dalla grande scorrevolezza, ed è disponibile nella versione Roller ed in quella Stilografica. La penna Rossini, come la Chopin, beneficia della meccanica Schmidt, un noto produttore tedesco di inchiostri e meccaniche di qualità per la scrittura. Per quanto riguarda la parte in metallo la struttura è in lega d’acciaio con un bagno di Rodio, un metallo molto prezioso. Le tipologie di legno utilizzato sono essenze nazionali ricercate, radiche e galle.

La penna Rossini viene realizzata da Riccardo Masini in un numero limitatissimo di esemplari; essa ha infatti una tiratura annuale di soli 10 esemplari numerati (tra roller e stilografica) e come tutta la collezione di penne e matite anch’essa beneficia di antiche finiture.

Le finiture affondano le loro radici principalmente nella Liuteria del ‘700 e fanno uso dell’olio di lino lavato (tecnica del ‘500), della gommalacca e delle cere animali (cera d’api) e vegetali (carnauba). Questo permette di avere una gradevolissima sensazione al tatto, dove il legno è ancora l’elemento principale.

Tiratura: 10 esemplari

Tipo di meccanica: Roller o Stilografica

Versioni: Rodio

Custodia: pelle cucita a mano (la medesima che trovate nelle foto del modello Mozart)

Legni: essenze nazionali ricercate, radiche, galle